AlkaSeltzer

http://pastigliette.blogs.it/

 

! = 00000000000000000000000000000000000000 7c2f8fbf05364278ae6029018be9168dfaded glory di jenny downing su Flickr000a1a1a1a1a1a1a0

Una sorta di gestazione assistita..suonarsi l’anima come sulle corde d’un’arpa bisbetica..
  • title-6977475

    ccin

    semplicemente

  • Prigioniera del proprio Sogno 2

    !0 1237sm_SECOND POINT OF VIEW_7bis_PRIGIONIERA DEL PROPRIO SOGNO_AD

  • Prigioniera del proprio Sogno

    !0 1237sm_SECOND7bis_PRIGIONIERA DEL PROPRIO SOGNO_AD!0 1237sm_SECOND7bis_PRIGIONIERA DEL PROPRIO SOGNO_AD

  • Koan. Semantica dello zen_zero. Pizzicato Five.

    (segue..)

  • Hungry clouds (swag on the deep) versus Rintrah roars (and shakes his fires in the burdend air) /The Marriage of Heaven and Hell (William Blake)/ / questa è una sfida a cui non so proprio resistere ;D /

    MOTTO: IL VERO SENNO E’ LA PAZZIA (Erasmo da Rotterdam Elogio della Follia) ;D

    http://prometeo.blogs.it/2009/03/15/rintrah-roars-5762999/#c9388296

    * Prometeo
    * 16. 03. 09 @ 08:32:52

    me le fai tu le nuvole affamate che sei da quelle parti?
    (visto ultimi post ;) )

    !0 1237sm_OK_uff7bis!0 3322584_0ec1602617_m

    ‘cco fatto. ;)

  • PS

    !0 To_the_moon_by_easybeeze

    :wave:

  • Sospesa

    !0 sospesa

    sto male

    emotional break down

    (ma magari fosse solo questo. magaaaari.)

    _ blog in pausa. _

  • Binario sbagliato

    I troppi no si dicono solitamente quando invece c’è da dire un solo . E viceversa. Sì, proprio così, solitamente i troppi sì, si dicono quando invece ci sarebbe da dire un solo no. Deciso.

    Occasioni perse. Vite disperse. Binario sbagliato.

    !0 finestreeetf5

    Conseguenze: un passeggero che sta cercando il proprio treno sul binario sbagliato, finirà per perderselo. Se non fa in tempo ad accorrere. E, spesso, troppo spesso, può essere proprio quello the very last train.

    Il guaio coi treni? Fan delle fermate minimissime. Imperdonabili ma imperdonanti. Anche se talvolta possono sembrar durare secoli.

    E’ tutto questione di relatività.

    !0 Last Train

    => Read more!

  • Disse la lama al coltello / piccola favoletta morbida con tenero cuore al cacao_ cioccolato milka. /

    (segue..)

  • Il favoloso mondo del cucchiaino d’argento (per nulla favoloso poi, ma fiero d’esserlo, lo stesso). Il silenzio trasalente sussultante anche se (apparentemente) perfettamente immobile, delle cariatidi.

    / NB vedi anche, volendolo, il:

    http://pastigliette.blogs.it/2009/03/06/fiasco-oppure-vita-sotto-falsi-riflettori-ovvero-su-scrivere-e-altre-cose-nella-vita-o-magari-sulla-vita-stessa-5707681/

    di cui tutto ciò ne è seguito nonché naturale conseguenza. /

    PREMESSA: Il peso è una questione di punti di vista? Svisceriamolo allora e per benino, ‘sto peso. ( e solo perché tira moooolto tardi, anzi ormai tardissimo (persino per me (!), il ch’è veramente il massimo, data la mia ‘anamnesi’ in merito, limitiamoci a soli 2. di punti di vista. un pò congiunti, seppur diversissimi.)

    Il primo puntin di vist:

    Il favoloso mondo del cucchiaino d’argento: scintilla ma non, mai, brucia (se non quando portato, già in precedenza, all’incandescenza). / ma questo è affar non suo. lui solamente lo subisce. / !0 CUCCHIAIO-DI-LUCE-PARETE

    Ma, oltretutto, sostiene pesi non suoi. (e su questo non ci piove. mai ci piove. mai. è per definizione che lo fa.) !0 d8335a81ef2f096e7211e1f962d9715a

    / comunque sia, ‘sti pesi non sono suoi, e non lo sono affatto e ciò sta di fatto. anche se altro senso al mondo non ne ha. che non sostenerli. rendendoli maneggevoli.

    ma accantoniamoli per un pò i sensi e proseguiamo. nel dimostrarli/ invalidarli ? mmah. /

    * * * * * * *

    Il secondin punt vist:

    Domanda di riserva: scuotere uguale percuotere ?

    (sì, talvolta sì.)

    raddolcita percussione.. come il falso peso sopr’agli omeri delle cariatidi, ( perché poi insensibili, no? ) .. come la pioggia frusciante che tamburella sul tetto mansardato quando sott’allo stesso si fa l’amore, ( e’allora diventa persino rassicurante ) .. come le pilloline amari che si mandano giù col zuccherino consolante. ( incucchiainato ) ..

    .. il favoloso mondo del cucchiaino d’argento: scintilla ma non brucia. e, oltretutto, sostiene pesi non suoi.

    Come il falso peso sopr’agli omeri delle cariatidi ( perché poi insensibili, no? . dicansi.) (citato di me, di poco prima. ne ho aggiunto solo il dicansi. e lo so io perché. ;) )

    e’allora e di conseguenza diventa un falso peso giusto? giusto.

    seppure lo è, e lo stesso, eccome, un peso e CHE! peso, ma il semplice fatto che sia, in qualche strano modo e per definizione, qualcosa di direttamente attinente all’ oggetto in causa, qualcosa d’ imprescindibile per spiegarli l’ esistenza, lo rende implicitamente obbligatorio ed irrinunciabile, giusto? come l’ombra per la luce il riflesso per lo specchio il sale nel mare e così via dicendo a non finire, giusto?

    giusto.

    da una mia ulteriore (al dibattito) mail:

    notte j sono stanca. più di tutto è la vita che mi stanca.

    http://pastigliette.blogs.it/2009/03/06/fiasco-oppure-vita-sotto-falsi-riflettori-ovvero-su-scrivere-e-altre-cose-nella-vita-o-magari-sulla-vita-stessa?

    pesi non miei ma miei lo stesso ecco. lo sono tutti. pesi non miei ma più miei di così non se ne può.

    e me lo dovrei poi trovare giusto?

    tutto questo tutto tutto tutto?

    sono la più potente delle cariatidi / tremendamente potente, e azz s’ è vero! /, e al contempo la più mancata: lei almeno, la cariatide, SA perché lo fa :

    è il suo senso al mondo.

    ma io?

    !0 6a00d83542d51e69e2010536fb6591970c-500wi

    / e mi sa e dio se lo sa che questo non è solo un lamento inutile. anzi. /

    / evabbè che non son proprio l’ Atlas a sostenere la Terra sulle sole !0 atlas braccia (ma né tanto mi manca. e nemmai mi sento meglio di quanto dev’ essersi sentito lui, s’è per ciò. e non è che io non lo capisca, anzi. e purtroppo.) /

    / e lo so che divento già inseguibile. quando voglio so diventare mooolto incifrata. (‘irdiiinaaaa? do’ seeei? ccin / roba mia, anzi, nostra ;D. non cercate di capire, non serve. / ), eppure altra aspirazione non ho che la chiarezza. trasparenza totale. traslucida, mi piacerebbe esserlo. per chiunque. anche e oltretutto per coloro che non han la (s)mania di bruciare le tappe solo perché le considerino sottintese, e dunque e pertanto inutili, superflui. come fa spesso e purtroppo la sottoscritta. ma non è che le brucia poi, le tappe: è che le spinge al di là delle proprie ed ultimissime conseguenze, ecco. senza poi badarci tanto alle conseguenze stesse. già che sottintese dunque comprese nel pacco. mavvà di capirci qualcosa! se mi ci perdo pur io, figuriamoci! ccin. cioè :DD ;)

    la verità è che ogni possibile risposta a qualunque domanda fa solo nascere un’altra domanda ancora con conseguenti risposte a non finire poi ancora domande, poi risposte, poi si sa più cosa siano alla fine, il tutto in uno strano danzant_ribaltant_altalenarsi_susseguirsi.. e così via di pari passo. e questo sicuramente non me lo sono inventato io, è così da quand’ il mondo è mondo e lo sarà finché mondo ci sarà, non ci poss fà null. non io, nemmai voi altri, né nessuno. (l’ albero delle idee.. ramificato a più non posso. questo sì che me lo son inventato io. ;). o solo e semplicemente li ho messo un nome. forse quello vero. )

    e’allora limitatevi semplicemente a seguirmi, se vorrete ;D, e non lamentatevi. ccin. cioè :>>) /

    * * * * * * *

    Che li accomuna? i 2 pesi diversi ma congiunti, in qualche stran stranissimo modo? di cui parlammo finora?

    Un fottutissimo dannatissimo MO_STRU_O_SO senso del dovere, ecco.

    Che abbisogna di sostenere il mondo o una semplice idea o addirittura un ideale, a farne parte, non importa. L’importante è sostenere e farlo ad ogni costo poi. Talvolta e spessissimo col costo della propria pelle. (e semmai con la felicità di lasciarsela, se convinti ne valesse la pena.)

    !0 hands

    / ma già, fino a dove cazzo si può spingere ‘sto senso del dovere?

    domanda inutile. domanda con la risposta incorporata. come il respirare sott’acqua senza attrezzi ma senza branchie, quando tutt’intorno e sopra e sotto ed ovunque e dovunque è acqua a perdi fiato e solo acqua. e null’altro, mai, niente. che acqua.

    come del resto e d’altronde è tutto poi inutile. come persino sto post che poi manco post lo è.

    ma solo vita spalmata sul pane disegnato col inchiostro simpatico, dunque invisibile.

    eppure.. eppure il sistema per vederlo c’è.. seppure così.. seppure se solo così..

    ma chi poi si darebbe tanta di quella pena? in fondo siam sotto crisi no? ( e anche quando non lo eravamo, affatto, la crisi c’era lo stesso. nell’aria, ma nel sangue. ognuno crisava lo stesso e di bruttaccio per i fattacci suoi. ). e lo siamo tutti quanti quantissimi in blocco e’ oramai. chi più chi meno ma questo è tutt’un altro paio di manichette.

    amarccin. sta per faccine amare

    e chissà come mai e perché non ancora inventate.

    chissà.. /

    La verità è poi, e resta, e comunque la mettessimo, una sola: ognuno conosce e riconosce solo il suo, di peso. in propria personale ed inconfutabile dotazione. !0 2837807_889ac41030_m

    e manco su questo ci piove, damn it !

    l’ inconfutabile noblesse delle cariatidi..

    !0 particolare_cariatidi_piazza_quiriti_roma

    (e le ccin sarcastiche chi me le inventa poi? così? :>>. pressappoco così..sì..)

    (ecchemmenneffaccio.)

    Siamo tutti cucchiaini d’argento e siamo tutti cariatidi. Ecco.

    Chi più, chi meno, ovviamente.

    Ma decisamente, ognuno per il suo, di mondo. Piccolo ma grande. Esclusivo. A se’ stante e fine a se’ stesso.

    Quel mondo fatto a mò di piramide con te e te soltanto, non c’è posto per altro, sull’appuntissima punta, e tutt’il resto al di sotto e in diversi ‘stadi di stratificazione’.

    !0 14_n01l

    Che ci accomuna allora?

    Oltre a, e di già, TUTTO QUESTO?

    Magari.. uno strepitoso ma’ affanculo vita! ?

    Che non stai mai COME ti ci metto: io ti metto così e tu mi stai cosà! Ma sempre e poi sempre e comunque vada, di traverso?

    Può darsi. Può anche darsi.

    Ma allora perché quando io scelgo di fottermi la vita, questo non vale anche per te, uno, uno qualunque, e viceversa? ;)

    Ecco.

    => Read more!

La nostra pienezza si compie lontano, nello splendore degli sfondi. Dove è volontà e movimento.. (Rainer Maria Rilke)
About me

Friends Only Posts

more posts…

Email subscription

You can receive the posts of this blog by email.

Calendar

<< < December 2015 > >>
Mo Tu We Th Fr Sa Su
1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31

Visitors counter

Page views total:
19151
Page views today:
43
Visitors total:
4668
Visitors today:
5

To top link

The content of this website belongs to a private person, blogs.it is not responsible for the content of this website.

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: