five o’clock in the morning

79 Comments to five o’clock in the morning

  • e io che arrivo solo alle 5:35!

    • ti sei perso un sacco di belle cosette……..

      chi dorme, non piglia pesciolini? ccin

    • e, colta dalla sorpresa, mi ero scordata l’essenziale: hey, ma CHI si vede dalle mie umile parti! ccin

      il RE_del_blog in persona! lo sai che ti hanno sopranominato così? l’ho letto da qualche parte…in qualche post….non ricordo dove….forse da pabloz?

      (è un forse quasi pieno, stavolta. ma forse….senza forse….ccin)

      inchini, Altezza! ccin

      la sai quella col fumo che non esce senza fuoco?

      qualchecosina ci sarà…….

      e, benvenuto, bo! sul serio.

      • cara Lucky,

        ci sono fuochi che fanno fumo e fuochi che non ne fanno.

        ci sia del fumo oppure no, come dubitare che in te ci sia del fuoco?

        tantomeno si può dubitarne a pensare quanto sei dedita anche al fumo (delle sigarette)!

        prova a cacciare il secondo col primo, se ci riesci!

        • il mio primo, che tu trovi indubitabile (e, se lo dici tu poi, mi fido! ccin. ma anche serie. e vedi il comment sotto, che scritto per primo), non potrebbe ‘combustionare’, non alla stessa intensità, senza il secondo. ormai, è una scelta di vita (o di morte? buona, però), la mia……..

          • cara lucky, al ritmo che hai descritto una volta, la tua è una scelta – credo inconsapevole – di morte, purtroppo.

            te lo dico per una straziante esperienza personale, per cui mi dà autentica pena.

            • magari del tutto NON inconsapevole…..ci’hai pensato?

              • scusa, ho usato la parola in un senso poco preciso.

                dovevo dire “intenzionale”, perchè chiunque sa che il fumo uccide.

                ma tu lo hai capito benissimo quello che volevo dire, lo stesso.

                ma la tua risposta resta molto triste lo stesso.

                • appunto, del tutto INTENZIONALE, parlavo….sarà che è il mio modo di ribellarmi? ad una vita NON come la VOGLIO io? sarà……..

                  • che modo di ribellarsi ad una vita che non ci piace è mai quello di abbreviarsela?

                    ccin – non so quale

                    • my way bo myway………

                    • che ccin? facciamo per….amarognole?

                    • le tue quanto le mie

                      • facciamole beffardamente malinconiche, va bene?

                        • ok. ma non scordiamoci la punta d’amaro….ci vuole, sai?

                          anzi, quando scegli di lasciarti morire perché tanto non puoi vivere come vuoi, mi sembra anche triste. ma non posso farci nulla…..stanca…….così stanca…….come dicevo ieri a firidina in una mailooooona, solo il mio umorismo mi sorregge ancora……

                          • l’umorismo è come una veste di seta: abbellisce chi già si regge, ma può reggere nulla.

                            • resto ‘sulla mia’ (e, trust me, SO che dico!): come può benissimo esserci l’unica cosa a tener ancora DEBOUT/in piedi il TUTTO. il mio di tutto, perlomeno…….

                              (francamente, non so cosa farei SENZA………mi spegnerei come una candelina dimenticata fuori al vento…….)

                              • ahha ahha, non sei sincera, Ad!

                                l’ultima cosa che ti regge (ammettilo!) non è l’umorismo, è la sigaretta.

                                :)

                                • masscherzi?! e za vuoi di più, in materie di umorismo, che non il PRENDERTI GIOCO DI TE STESSO?! ccin? sai tu quali…..

                                  • concordo: il vero umorista è solo colui che prende in giro se stesso, e al massimo usa gli altri come controfigura di sè.

                                    (altrimenti gli umoristi sarebbero tra gli uomini i più cattivi).

                                    • concordo in piena concordia con il bo……..ccin

                                      ma perché cattivi? mi sa che, tante di quelle volte, l’umorismo è l’ultimo avanposto prima della follia….un (cercare di) salvarsi sull’orlo del precipizio……e i (quasi) folli, così come i folli, non sono mai cattivi (e, SicuraMente, MAI come lo san essere i ‘normali’)….vivono soltanto in un altro mondo….tutto loro….spesso incompreso….anzi, quasi sempre…….

                                      me l’appoggi bortocalin_disincantat?

                                      • dicevo solo che cattivi sarebbero se gli umoristi se prendessero in giro gli uomini pensando di essere diversi da loro.

                                        so bene che i normali sono gli esseri più crudeli – e ne sto scrivendo da giorni, in vari post.

                                        tuttavia conosco anche forme di follia che sono malvagità pura, dove tanto è l’odio per se stessi che trabocca anche sull’intero mondo attorno a sè, e ancora il mondo intero non basta ad esaurirlo!

                                        • tu parli dello ‘schizzo’ totale qui, con tanto di ‘schizzato’ totale, quello che, MICA PER COLPA SUA, intendiamoci, si trova in una ‘twilight zone’ anch’essa totale…..sarà strano?, è UN MONDO CHE MI HA SEMPRE AFFASCINATO, vorrei entrarci da vicino, per studiarlo, cercare di capire, smontare tutti i suoi ‘meccanismi’ per farlo……una volta, 3 anni fa, d’estate, mi son trovata a lavorare da molto vicino con gente così: per un mese intero, ma soltanto (era un lavoro temporaneo), ho avuto a che fare, tra casi meno e molto gravi, con gente addirittura legata a letto, in permanenza, tant’era considerata ‘cattiva’ e pericolosa, per gli altri e se’ stessi…e forse, alcuni, lo erano….

                                          mi credi bo, che non dimenticherò mai quell’esperienza, NE’ una cosa importantissima appurata lì?

                                          un pò come coi cani, da addomesticare con dolcezza, io, in così poco tempo, son riuscita ad arrivare ad una sorta d’intesa con quella gente, laddove quelli che si facevano le ossa lì da anni, continuavano a trattarli come delle bestie, al punto che non si sapeva più chi fosse più ‘bestiale’ lì: il malatto, che era PUR SEMPRE UN MALATTO, UN ESSERE UMANO MALATTO, o quelli che li dovevano curare…..

                                          con dolcezza e parole calde, e rassicurazioni come fai con un bimbo a star male, son riuscita a penetrare molto più lontano nella loro coscienza ‘annebbiata’, che gli altri con parole brutte, urla, perfino botte e calci nel culo!

                                          importante è non aver alcunché paura nell’avvicinarli, e trattarli da ciò che VERAMENTE lo sono: esseri umani, con problemi che i ‘normali’ non si sognerebberò neppure d’immaginare!

                        • l’ultimo bastione….l’ultima spiaggia…….e tutto ciò che di ultimo possa esserci……..

      • ah, dimenticavo anch’io l’essenziale.

        re del blog io? mi viene da ridere: hai visto le classifiche?

        in questo blog ci sono, giustamente, solo regine!

        • e che te frega delle clasifiche?!

          la sai quella (è mia) con non devi dimostrare mai, nulla, a nessuno, che non fosse te stesso? e continuava: a TE, SI’ che devi dimostrare, e di continuo, di COSA sei capace e QUANTO bravo.

          (eppoi c’era una parentesi, molto myway : se (questo) lo notino anche gli altri, non è che guasti. ccin)

          • figurati cosa importa a me delle classifiche, considerando che ho fatto di tutto per diminuire i commenti (e ci sono anche riuscito).

            tuttavia per diventare re o vincere dei premi, bisogna per forza fondarsi sul riconoscimento del pubblico – e quello sia un bene sia un male ((e penso piuttosto un ebene) scarseggia.

            purtroppo è vero (e in fondo anche triste) quello che di me dici tu: e cioè che il principale interlocutore che devo convincere sono me stesso.

            o al massimo0 qualche altra persona che stimo molto ( :) )

            • la tua stima è condivisa, in tutto e per tutto e lo sai (e qua beccati la ccin che preferisci, delle mie…)

              e tu bo….vai avanti sulla tua strada….come tu sai….impunente…..imponente, anche (ccin) e ricorda:

              i cani possano anche abbaiar, ma la carovana passa lo stesso…..

              • quando i cani randagi abbaiano e a cercare di passare non è una carovana, ma un uomo solo, ti garantisco, Lucky, (esperienza nello Sri Lanka) che all’uomo viene una fottutissima paura di essere sbranato e torna indietro, lieto di avere salvata la pelle!

                • i cani randagi abbaiano solo per diffendersi…da quelli che, per loro, han invanso il loro territorio per minacciarli……la paura è una reazione del tutto naturale qua….sia la loro sia la tua…..ma lo sai che non devi mai scappare, ma affrontarli con dolci parolinecoccoline? io ho calmato così mucchi di cani, e non solo randagi, nella mia vita….ricordo ancora la faccia esterrefatta di alcuni miei amici a cui, andata a rendere visita, per la prima volta (era il mio ex_direttore di ex_banca & consorte), quando mi han vista avvicinare e addomesticare in un lampo il loro grosso cagnone lupo….hey! ma come hai fatto?! ma se non lascia mai avvicinare nessun’estraneo, ma se li si sbrana tutti quanti?! ma sei una maga, o cosa?!

                  (aìììììa! perdamà! do’sei a sentirmi? ccin)

                  ma io bo, parlavo d’altri cani e tu lo sai: i cosiddetti civilizzati. talmente d’aver scoperto l’uso (e l’abuso?) della parola…….

                  • anch’io normalmente sono adorato dai cani veri, ma trovarseli lungo una strada di notte e in branco non mi ha indotto a nessun tipo di esperimento.

                    i cani veri assomigliano purtroppo troppo agli uomini nello spirito gregario.

                    quanto ai cani umani, dobbiamo proprio parlarne?

                    • se ci tieni…………cc(ccccc)in

                      eppoi il gregario non ha nulla di sbagliato in se’….ci si sceglie sempre di seguire qualcosa o qualcuno…….modello che sià…..a patto però di riuscire a conservarsi intatta la propria identità? seppur nella ‘gregge’?

                      vambè, tant’è vero che c’è chi sceglie di diventare il ‘modello’…..ma forse manco lo sceglie lui….semplicemente perché non ci stà alla gregarietà….andando controcorrente…..ne diventa il modello da seguire…..

                      e così, rieccoci ai (nuovi) circoli viziosi (sempre quelli), ccin

                      • no, non si può mantenere la propria identità nel gregge; nel gregge si è solo gregari (lo dice la parola stessa), non c’è altra possibilità.

                        chi decide di vivere in modo originale rischia, è vero, di diventare un modello, cioè il capo di un gregge, e di tornare quindi ad avere a che fare con i gregari.

                        ma se si è bene accorti e assolutamente decisi a rifiutare questo ruolo, si può riuscire ad evitarlo senza troppa fatica.

                        ma per farlo, occorre davvero avere allontanato lo spirito gregario da sê in ogni forma, anche in quella tipica del capo.

                        (ma guarda te che adesso ti faccio anche il filosofo!)

                        • non ci fai, ci sei! ma, forse? (ccin), sei in buona compagnia?

                          e mo rispondimi a questa domanda:

                          perché ci si lavano le mani?

                          perché sporche, è ovvio.

                          ma CHE COLPA abbian le povrein mani, se NOI abbiam scelto di sporcarle, senza nemmeno consultarle, figuriamoci chiederle l’accordo!

                          è così col modello_senza_volerlo_perciò_manco_cercarlo: del fatto che c’è UN (come vedi, mi son corretta, nella mia lingua gregge è turma, cioè ciurma, cioè una lei…ccin) INTERO GREGGE alle sue spalle, a seguirlo perché lo considera TALE, non gliene può fregar di meno!

                          (mi son….spiegà? ccin)

                          • cara Lucky,

                            te te se spiegà benissimo e ti gà dimostrà, sensa ombra de dubio, che streta parentela ghe sè tra il dialeto veneto e la to lingua picaresca (o tzigana)…

                            :)

                            • se per tzigano (anche nella colorita lingua), intendi uno che ama vagare per il mondo, anche quello dei pensieri, a mò di olandese volante sempre alla ricerca di nun_se_sa_che, allora sì, ci sto! ccin

                              • ma io intendevo anche loro, proprio loro, quelli della carovana che passa!

                                bacio

                                • ci sarà sempre una ‘carovana’ a passare….come ci saran sempre dei ‘cani’ ad abbaiarli dietro (ma anche davanti, all’occorrenza. solo che ci vuol più fegato! ccin).

                                  mi sa che è un binomio indissolubile….ma forse è anche giusto che sia così….altrimenti, che CONFRONTO ci sarebbe? no charme at all che ti passi tutto così….liscio….ci vuol un pò di salt&pepper….nella vita…..giusto per renderla pi� picante….meno insipida….ccin (sai tu quali…)

                                  • sale e pepe ok.

                                    confronto e discussione ok.

                                    poi non amo la cucina troppo piccante, mi tocca sempre fuggire dai paesi esotici dopo due settimane per non morire di fame.

                                    • heeeeeeey, ma che tempismo! maccccccciaooooooo bo! come staaaaaaaaaaai? io? magari un pò affamata (finalmente!), mi son appena magnata una c del piccante! ccin

                                      io amo veramente, e molto, il pepe, sarei capace di cospargerlo (così…come per sbaglio….ccin), perfino nei dolci! e, ultimamente, dopo essermi tenuta alla larga per anni e anni, ho scoperto perfino l’ ‘incanto’ del peperoncino, quasi da un anno ormai….non saprei che sorta di equilibrio si sarà spezzato laddentro, ma, a parte il bisogno di peperoncino (che amo molto nel cioccolato, ad esempio, tanto per capire come son messa! ccin), mi sono sorpresa, sempre più spesso, da dove prima il caffè lo prendevo amarognolo, giusto un cucchiaino scarso di zucchero, invariabilmente di canna, a metterci almeno 2-3. lo so che fa schifo così, ma è più forte di me! azzarola! sparisce tutto il coffee taste!

                                      del resto, io, a differenza di te, lo stomaco credo d’averlo ancora di ferro (tocchiamo tutto ciò che c’è da toccare, ccin), e i cibi esotici li amo come amo le scoperte, ogni nuova scoperta: appassionatamente.

                                      (però, tant’è vero che preferirei non indagare troppo sulle ‘condizioni’, anche igieniche, della preparazione, perché, io, se mi ci metto!, a cercare il pelo nell’uovo, allora guai! non tocco più nulla! per (s?)fortuna, non è che mi capiti tutti giorni di dover andare in paesi esotici! ccin)

                                      (del resto, se è per ciò, basterebbe restarci in italia? mi sa…così come mi sa che, al supermercato, preferisco sempre gli extra_alimentari…ccin)

            • eppoi io ho sempre avuto un debole per i re senza trono…corona scettro………

              prendimi solo il dalailama ad esempio, tanto per cominciare…….

              • mammamia, Lucky, fermati per l’amor di dio!

                sono abbastanza megalomane da solo!

                :) :) :)

                • sto ridendo a creppapelle! mi vedi?

                  • no, ma ti sento benissimo!

                    il suono delle risate arriva fino a qui, e ha perfino sciolto le campane della chiesa ortodossa!

                    • eggià, quella sì che potenza! ccin

                      mo devo staccare per uscire bo, sono senza sig da più d’un’ora e ormai mi mangio le mani.

                      ci si ritrova qua là ok?

                      e non esagerarmi col ciacòlar nel mentre, abbufati solo al puntino giusto per non fare indigestioni! cccccccccin

                      vedi?
                      ti voglio bene asssssssssssssssssssssai

                      AD

                      • cara AD,

                        io sono una specie anomala di ciacolon solitario e, come potrai vedere, ho impiegato il tempo a parlare da solo (cioè a scrivere un post).

                        sarà molto bello quando il nostro dialogo sarà così forte da farti dimenticare le sigarette, eh eh.

                        • mi sa che facciam parte della stessa specie…..anomala….ma stiam bene così, nevvero?

                          quanto al nostro dialogo, senza nulla togliere, dato che diventa sempre più intenso e mi prende sempre di più e mi conquista senza riserve…..mi sa che ci vorrebbe molto di più per fam smettere di fumare…….cccccccccccin

                          anzi, come dico spesso, un uomo ha un unico metodo per prender i miei 2 piccioni con una fava: farmi tacere&non fumare…….guess! cccccccccccccccin

                          (ma anche allora…….

                          le ccin mettile tu)

                          • io le faccine le metto, ma rosse rosse.

                            :)

                            • eddai portocalin_pudibond! (ccin, e come vedi, non dico pudic…)

                              se è per ciò, perfino i re cagano (ccin, scusa la ‘plasticità’ dell’espressione!) e gli angeli….talvolta….cadono sulla terra (con grande splash? cccccccccin)

                              mappoi si rialzano e continuano a volare coi sogni?

                              • adriana adriana,

                                dopo rosse rosse c’era una ccin del genere sghignazzante!

                                • infatti….me l’avevo proprio (intrav)vista bene….quella lì….appunto: perché credi d’aver continuato GUSTAMENTE così?

                                  ccin (guess how!)

                                  • laddove le parole fan di testa loro….era, naturalmente, GIUSTA. mente. ma manco GUSTA. mente. non è che stesse tanto male……..ccccccccccccin

                                • laddove le parole fan di testa loro….era, naturalmente, GIUSTA. mente. ma manco GUSTA. mente. non è che stesse tanto male……..cccccccccccinnnnnnnnn

                                  e chiamalo inconscio fetente, se preferisci……

                                  • forse perchè me gusta la mente pensarlo?

                                    • beccata! è….ehhhhhhhmmmm…ciò che stavo pensando……GustaMente….ccin

                                    • allora…..mica mi dormi!

                                      monello!

                                      • neppure tu.

                                        i monelli sono due!

                                        e fanno caciara assieme alle 6 di mattina!

                                        è colpa mia se questa sarebbe l’ora yemenita del risveglio a cura del muezzin?

                                        maledizione: lì avevi conservato i ritmi del sonno dell’Europa e in Europa scopro di essermi abituati a quelli yemeniti!

                                        stavo giusto confrontando il ritmo arabo in cui la vita è scandita dai cinque richiami alla preghiera urlati ogni giorno dal muezzin, alla vita tedesca in cui invece è il rumore discreto del metro leggero di superficie che passa ogni quarto d’ora a farlo, e la tecnologia ha sostituito anche acusticamente la religione.

                                        quasi del tutto, dato che il sabato sera e la domenica suonano comunque le campane!

                                        • io non dormo per ‘struttura’, ormai, bo.

                                          (inutile dirti COME mi sento vicina, così, ai grandi patiti del mondo di tutti i tempi, quelli capaci di sacrificar una vita intera per una sola idea……purché valida però! ccin. e qua le ccin sono tutte mie. raccolte. perché solo la Posterità lo possa dimostrare. QUANTO valida. di solito, funziona! doppie ccin)

                                          quanto ala tua maledizione, è sempre quella: non appena ci si abitua a qualcosa, dopo aver dovuto smontar consciosamente la tenda delle precedenti abitudini, ci si ritrova (quasi) sempre a dover ripartire daccapo, e spesso manco sorretti dal vantaggio della pool_position: quella di dover ritornare alle precedenti abitudini.

                                          parlo per propria esperienza: tu sei tra i fortunati.

                                          (anche se, francamente, non so. ma dico una bugia. lo so. infatti. come sei insofferente a considerarti tale. dover cioè ritornare alle stesse vecchie abitudini. che, daresti di tutto e di più, per cambiare.)

                                          pazienzia.

                                          la sai quella con l’ora GIUSTA?

                                        • ce n’è UNA per tutto quanto al mondo………

                                    • io? ho passato le ultime ore a commentare per filo e per segno the very last blog di nadia_bi, inteso come ultimi post. sul drittoalcuore. me la scopro nuova….o forse, semplicemente, me la SCOPRO. e mi piace……..

                                      (ri)trovo in lei la stessa voglia, seppur inconfessata, non a se stessa, semmai ad altri, tramite segnali d’insofferenza lancinanti, di SCAPPARE DALLA GABBIA, seppur dorata, d’una esistenza che non la rappresenta più, non a QUESTO stadio della sua evoluzione,

                                      ad aver affrontato io, e già lasciato alle spalle, qualcosa come 5 ani fa…….

                                      l’unica differenza? io ero VERAMENTE sola, nessuno a sostenermi, nessuno ad incoraggiarmi, anzi!, nessuno a coccolarmi, nessuno ad insegnarmi la strada, nessuno ad appoggiarmi, a dirmi sul giusto e lo sbagliato, nessunissimo al mondo!

                                      se non un dj_fantoma, presente, quando c’era da ascoltarmi, ma desolatamente assente per tutto il resto……uno che non abbia mai saputo reggere tanto di quel PESO, che ero e sono tuttora (laddove, peso, NON � una misura fisica. tutt’altro.).

                                      ma anche così, anche solo così, a quel suo modo tutto suo, d’assente_seppur_presente, presente nell’astratto_mappoi_TOTALMENTE assente nel concreto, li sono infinitamente grata: se non fosse stato per lui, non avrei mai spiccato il volo. nemmai trovato il coraggio di farlo.

                                      e lo dico ora, col sennò di poi, ora che SO cos’ho dovuto passare.

                                      talmente che….non mi chiederei mai di rifarlo!

                                      non oserei neanche! minimamente!

                                      mais je ne regrette rien. rien de rien.

                                      sono cresciuta…talmente tanto….da venirmi…a volte….darmi del lei….solo un eufemismo per esprimere l’INTENSITA’. della mia crescita interiore.

                                      ED HO IMPARATO.

                                      e, ritengo fosse QUESTO, l’ESSENZIALE.

    • (Visitor)
    • 12/01/07 @ 07:05:11

    ahahhah..ma tu non sei ancora ritornato ;)

    • eggià, nadina, in fin dei conti le clasifiche son fatte solo per penalizzare ogni assenza e ogni fallo……perciò, arbitrarie?

      vabbè che premiano anche la costanza……sulla stessa scia……

  • mica ne dubito, neppure un momento.

    capisco che tu hai, moltiplicate per 10, alcune capacità che in maniera embrionale ho anch’io.

    – hai letto qui?

    http://bortocal.blogs.it/2007/01/14/1_la_filosofia_di_luckyblu~1552118

Leave a comment(logged in as: LuckyBluAD)

Related posts

The content of this website belongs to a private person, blogs.it is not responsible for the content of this website.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: